Home NOVITA' IN LIBRERIA
Novità in Libreria

CANI SENZA PADRONE

AddThis Social Bookmark Button

 

Carmelo Sardo

CANI SENZA PADRONE
La Stidda. Storia vera di una guerra di mafia

Prefazione di Attilio Bolzoni

6 aprile 2017
pp. 342
€ 16,00
ISBN 9788898231607







DESCRIZIONE

Quarta di copertina
«Destino segnato per lui: divenne uno spietato killer. Uno che non ricorda neppure quanti può averne uccisi, nelle giornate di festa, nello struscio del corso o nel silenzio di campagne brulle».

C’è stato un tempo in cui, nella Sicilia lacerata da una furiosa guerra di mafia, si fecero largo gruppi di picciotti senza regole e senza padroni, che si misero in testa di arricchirsi con le rapine e con le estorsioni. Presto vennero coinvolti nelle faide tra vecchi e nuovi boss di Cosa nostra e si trasformarono in killer spietati. Li chiamavano stiddari. Tra la fine degli anni Ottanta e gli inizi dei No-vanta seminarono il terrore nelle province di Agrigento, Caltanissetta, Enna, Ragusa e Trapani. Boss “posati”, allontanati dalle “famiglie”, li usarono come manovalanza per sistemare i propri conti interni.
Ma chi erano davvero i picciotti della Stidda? E perché uccidevano così crudelmente? Di loro si sapeva poco e niente, fino a quando non ammazzarono il giudice Rosario Livatino. Quel delitto segnò l’inizio della fine. Tre processi hanno sentenziato chi sono i colpevoli. Eppure dietro quell’omicidio eclatante si dipanano misteri ancora irrisolti.
Questa è la vera storia degli stiddari.


 

IL PATTO INFAME

AddThis Social Bookmark Button

 

Luigi Grimaldi

IL PATTO INFAME

la Camorra, le Brigate Rosse, l’assassinio di un giovane politico. Una verità insabbiata

16 febbraio 2017
pp. 194
€ 16,00
ISBN 9788898231553







DESCRIZIONE

«Che vengano qui a vedere com’è fatto il dolore, che cos’è davvero la vita.
Toglieteli dalle gabbie perché imparino a conoscere chi sono le loro vittime.
Sparano ai simboli, ma uccidono uomini».

Maria Teresa Principe, madre di Raffaele Delcogliano

Napoli, la mattina del 27 aprile 1982 un commando delle Brigate Rosse uccise Raffaele Delcogliano, avvocato beneventano di trentotto anni, assessore al Lavoro della Regione Campania, e il suo autista e amico Aldo Iermano. Un duplice delitto inscritto nello scenario tormentato degli anni di piombo, eppure, a distanza di quasi quarant’anni, emergono tracce finora ignorate che conducono a un patto scellerato che all’epoca legò terroristi, criminalità organizzata e politica locale.

Raffaele Delcogliano, del resto, lavorava per dare speranza a un Meridione in perenne ricerca di riscatto civile e sociale, denunciava la piaga della disoccupazione e parlava apertamente di responsabilità penali per le centinaia di corsi professionali che, istituiti solo sulla carta, costavano cifre da capogiro allo Stato: dietro l’apparenza di un’attività di formazione partiva un fiume di denaro destinato ad alimentare incrostazioni clientelari, sulle quali allungava le mani la Camorra.

Pagina dopo pagina l’Autore ricostruisce il contesto in cui maturò l’omicidio e il progressivo isolamento del giovane politico, che un giorno, al termine di un faticoso giro per la Campania, pronunciò una frase che oggi resta agli atti come un oscuro presagio: «Sono seduto su una polveriera».


 

Il cacciatore di stelle e altre fiabe

AddThis Social Bookmark Button

 

Rita dalla Chiesa & Fiordaliso

Il cacciatore di stelle e altre fiabe

Storie di streghe e di principesse, di animali e di bambini

30 novembre 2016
pp. 104
formato 24 X 24
legatura brossura
€ 14,90
ISBN 978-88-98231-57-7







“Siamo diventate narratrici di favole grazie ai nostri nipotini. Perché per un bambino niente è più bello che ascoltare la voce di chi lo ama prima di addormentarsi”


 


Cerca nel sito

Iscriviti alla newsletter